Condividi con gli amici

Altri eventi a Riccione

Kafka e la bambola viaggiatrice La bellina 19-20 a Riccione

Domenica 26 Gennaio • 16:30

Spazio Tondelli

Nessun dorma La bellina 19-20 a Riccione

Domenica 02 Febbraio • 16:30

Spazio Tondelli

I love you Tosca La bellina 19-20 a Riccione

Domenica 09 Febbraio • 16:30

Spazio Tondelli

Butterfly La bellina 19-20 a Riccione

Domenica 16 Febbraio • 16:30

Spazio Tondelli

Una giornata qualunque del danzatore Gregorio Samsa Riccione

RiccioneSpettacoli
Da Sabato 22 Febbraio 2020 a Domenica 23 Febbraio 2020

UNA GIORNATA QUALUNQUE DEL DANZATORE GREGORIO SAMSA
con Lorenzo Gleijeses
voci off: Eugenio Barba, Geppy Gleijeses, Maria Alberta Navello, Julia Varley
suono e luci: Mirto Baliani
spazio scenico: Roberto Crea
consulenza drammaturgica: Chiara Lagani
oggetti coreografici: Michele di Stefano
assistente alla regia: Manolo Muoio
regia e drammaturgia: Eugenio Barba, Lorenzo Gleijeses, Julia Varley

E' BAL. Palcoscenici romagnoli per la danza contemporanea

Lorenzo Gleijeses porta in scena la vicenda di Gregorio Samsa, danzatore immaginario, omonimo del protagonista del racconto di Franz Kafka La metamorfosi. Lo spettacolo è frutto di quattro anni di confronto con un maestro indiscusso dell’avanguardia teatrale, Eugenio Barba, che firma qui in oltre mezzo secolo la sua prima regia esterna all’Odin Teatret e al tempo stesso la sua prima co-regia insieme a Gleijeses e a un’altra leggenda del teatro, Julia Varley.

Sul palco si intersecano tre diversi nuclei narrativi: alcuni elementi biografici dello stesso Kafka, la vicenda di Gregorio Samsa e quella del danzatore omonimo, prigioniero della ripetizione ossessiva dei suoi materiali performativi in vista di un imminente debutto. La consulenza drammaturgica è di Chiara Lagani, già vincitrice del Premio speciale all’innovazione drammaturgica a Riccione. Gli oggetti coreografici nascono da una serie di incontri con Michele Di Stefano, coreografo del gruppo mk (Leone d’argento alla Biennale di Venezia), nell’ambito del progetto 58° Parallelo Nord: nome che trae spunto dalla latitudine di Holstebro in Danimarca, dove hanno sede l’Odin Teatret e l’International School of Theatre Anthropology che hanno ospitato il lavoro drammaturgico condotto fra Gleijeses, Barba e Varley.

Produzione: Fondazione TPE, NordiskTeaterLaboratorium, Gitiesse Artisti Riuniti, in collaborazione con Centro Coreografico Körper.
Ingresso: 10 euro. Spettacolo compreso nell’abbonamento “La bella stagione”.

Grafica: Studio Luca Sarti

Data

Dal
Al

Luogo e Indirizzo

Riccione
Via Don Minzoni 1
Spazio Tondelli