Condividi con gli amici

Riflessologia auricolare

Benessere & Green
Da Sabato 25 Gennaio 2020 • Ore 09:00 a Domenica 26 Gennaio 2020 • Ore 12:00

Riconosciuta già nel 1987 dall’Organizzazione Mondiale della Sanità che unì la Scuola Francese e quella Cinese e nel 1991 ne standardizzò le mappe (Figura 1), ulteriormente avvalorata da molte ricerche scientifiche, l’auricoloterapia viene utilizzata con successo per diversi disturbi: dall’asma all’ipertensione, dalle lombosciatalgie alle infiammazioni del trigemino, dalla cefalea alla dismenorrea, dalla stipsi al dimagrimento, dall’abbandono del vizio del fumo alla correzione della postura. Fondata sulla stimolazione dei punti riflessi presenti a livello dell’orecchio attraverso il massaggio, l’agopuntura e altre tecniche, l’auricoloterapia è nata in Oriente più di 3000 anni fa ed è giunta fino a noi grazie agli Egizi prima e agli Zingari poi, venendo utilizzata anche senza poterne avere evidenza di validità scientifica. Ciò fino al 1950, l'anno in cui l’auricoloterapia incontrò il medico francese Raphael Nogier che si trovò a trattare pazienti di nazionalità corsa che avevano subito efficaci trattamenti all’orecchio da parte di guaritori locali per la cura della sciatica. Osservando i vari casi, Nogier si accorse che le zone trattate nei vari soggetti erano simili quando i disturbi da curare erano gli stessi e, in particolare, individuò nel profilo del padiglione auricolare la sede più appropriata da stimolare per contrastare il dolore di sciatalgie e nevralgie. Iniziò quindi uno studio sistematico che lo portò a identificare nell’orecchio i punti riflessi di tutti gli organi e le parti del corpo umano, sottolineando la netta somiglianza del padiglione auricolare con un feto rovesciato,faccia e testa trovano corrispondenza con il lobo, l’addome con la conca e la colonna vertebrale e gli arti con il profilo del padiglione auricolare.

Questa connessione con il feto risulta importante: molti dei problemi e dei caratteri dell’individuo nascono infatti nella vita uterina, in seguito alle emozioni e ai sentimenti che la madre riversa sul suo bimbo; in proposito, la moderna ostetricia suggerisce alle gestanti di ascoltare musiche melodiose, parlare con il nascituro e cercare di mantenere una forte serenità interiore. In effetti, c'è chi sostiene che i ”segni” presenti sulle orecchie si formino nel bambino proprio durante la gravidanza: quelli legati all’emozione si evidenziano sull’orecchio sinistro, quelli legati alle questioni logiche e materiali sul destro.

Il corso sarà tenuto dal Prof.Osvaldo Semprini, docente in Riflessologia Plantare Integrata, Auricolare, Operatore Olistico n.RN 017-NA Cromopuntura.

Al termine dell'incontro verrà rilasciato un attestato di partecipazione al corso e saranno consegnate delle dispende che saranno utilizzate durante la lezione.
Il corso è aperto a tutti gli operatori olistici esperti di riflessologia,digitopressione,fisioterapisti,massaggiatori etc.
possibilità di crediti formativi.

Per info e prenotazione seminario e pernottamento:
Osvaldo Semprini 3281413644
Serena Orioli 3383557294

Data

Dal
Al

Luogo e Indirizzo

Via prato delle valli,23 acquaviva
Centro tao chi rei