L'evento è terminato in data 30 Gennaio 2020 alle ore 19:00.

Naviga all'interno del portale e trova nuovi eventi di tuo interesse!

Condividi con gli amici

Altri eventi a Ravenna

La rinascita della pineta - speciale dante 700 a Ravenna

Domenica 27 Settembre • 10:00

Lido di Dante, Viale Guido del duca, Camping Ramazzotti

La rinascita della pineta - speciale dante 700 a Ravenna

Domenica 11 Ottobre • 10:00

Lido di Dante, Viale Guido del duca, Camping Ramazzotti

La rinascita della pineta - speciale dante 700 a Ravenna

Domenica 25 Ottobre • 10:00

Lido di Dante, Viale Guido del duca, Camping Ramazzotti

Giovanni Chiaramonte Salvare l'ora Ravenna

RavennaArte & Cultura
Da Domenica 15 Dicembre 2019 • Ore 17:00 a Giovedì 30 Gennaio 2020 • Ore 19:00

Domenica 15 Dicembre 2019 - Giovedì 30 Gennaio 2020
_
️ Ingresso Libero

Apertura: dal martedì al Venerdì dalle ore 15.00 alle 19.00. Sabato e Domenica dalle 10.00 alle 13.00 e dalle 15.00 alle 19.00.
Chiusura: tutti i lunedì, il 25 dicembre e il 1° Gennaio

INAUGURAZIONE MOSTRA - Domenica 15 Dicembre dalle ore 17.00: Durante l’inaugurazione avrà luogo una lectio magistralis dell'autore che si svolgerà presso la Sala Preconsiliare della Residenza comunale, Piazza del Popolo 1.
FINISSAGGE MOSTRA - 30,31 Gennaio e 1 Febbraio dalle ore 17.00 alle 19.00 - L’autore terrà un breve corso di storia della fotografia in tre lezioni, il 30, 31 Gennaio e 1 Febbraio presso le Artificerie Almagià, via dell’Almagià 50, dalle 17 alle 19.
_

La mostra si compone di 30 fotografie e 30 brevi componimenti, redatti dall'autore sotto forma di haiku, che accompagnano il racconto e fanno parte di un più ampio lavoro profondamente personale e intimo, ultimato nel 2018.
Chiaramonte ragiona essenzialmente sul tema dello sguardo, inteso non come passiva ricezione del mondo, fredda registrazione di dati, ma come voce che chiama e accoglie l'infinito che si fa trovare, diventando ideale dimora dello sguardo. Affiorano così le immagine delle parvenze del mondo: la pioggia, un gelsomino, la sabbia, un merlo, le case, dei vetri, le conchiglie, petali sparsi, architetture abbandonate. Ciò che un attimo prima giaceva inerte e abbandonato appare improvvisamente dotato di un'identità propria che attrae lo sguardo e lo consola con la propria rivelatrice presenza.

L'opera di Giovanni Chiaramonte è stata fonte di ispirazione e ricerca per il laboratorio fotografico Camera School, guidato dalla prof.ssa e fotografa Roberta Palla e dall'arch. Gioia Gattamorta che hanno ragionato insieme a 21 giovani fotografi esprimendo un interessante lavoro fotografico che sarà visitabile all'interno dello stesso contesto espositivo.

Data

Dal
Al

Luogo e Indirizzo

Ravenna
Via Massimo d'Azeglio 2
Palazzo Rasponi 2