Condividi con gli amici

Altri eventi a Ravenna

Chirurgia guidata - Corso pratico su paziente a Ravenna

Dal Venerdì 15 Novembre • 08:30

Studio dentistico Antonellini dr. Federica

Corso Teatrale 2019-2020 aperto a tutti gli aspiranti attori Ravenna

RavennaCorsi di FormazioneMercoledì 20 Novembre 2019 • Ore 20:00

CORSO TEATRALE MULTIDISCIPLINARE 2019-2020
Opera: "L'importanza di chiamarsi Ernesto" OSCAR WILDE
Per info telefonare al 3476894066 Maria Chiara
[posti limitati]

Web: http://connessioni.org/teatro-laboratorio/
*con il Patrocinio del Comune di Ravenna.

Nel laboratorio si esplorano i fondamenti del lavoro dell’attore: la predisposizione necessaria del corpo e dell’anima. Non intendiamo dotare l’attore di un repertorio preordinato di ricette sceniche o fornirgli un bagaglio di “trucchi del mestiere”. Nel nostro laboratorio ci concentriamo sulla “crescita” dell’attore per portarlo a una ricerca degli strati più intimi del proprio sé rifiutando ogni forma di egotismo o di autocompiacimento, liberando l’identità da tutte quelle introiezioni socioculturali che ingabbiano l’autentica e creativa espressione di se stessi.

Il laboratorio si rivolge ad aspiranti attori con il desiderio di impegnarsi intensamente in un lavoro di ricerca e sperimentazione di sé per poter attivare un autentico processo creativo e quindi espressivo.
La tecnica attoriale fondata sui principi di Stanislavskij conduce all’emersione di autentiche emozioni, chiedendo agli attori di re-agire a ciò che accade realmente nel qui e ora, momento per momento, per “vivere veramente in circostanze date”. È l’occasione per esplorare a fondo il significato emozionale dell’opera, abbandonare il senso letterale del testo, per essere guidati dal “sottotesto”.

Il nostro è un laboratorio teatrale di sperimentazione e ricerca che si realizza attraverso la collaborazione di tre guide specializzate in tre campi molto vicini ma poche volte sovrapposti:

Alessandra Frabetti: attrice, regista e docente di recitazione.
Maria Chiara Giordani: attrice, acting coach e sociologa.
Francesco Michele Paolucci: compositore/autore, laureato in psicologia e specializzato nella regolazione delle emozioni e nella ricostruzione dell’identità.

Struttura del percorso:

La didattica si articola nell’apprendimento delle discipline di base (training psicofisico, voce, fonetica, dizione) cui si affiancano le aree di ricerca espressiva (improvvisazione, recitazione) e culturale (analisi testuale, storia del teatro). Il percorso ha come obiettivo quello di affrontare i passaggi della messinscena fino alla presentazione del lavoro.

Inoltre vi saranno lezioni a tema durante tutto il percorso curate da:

Valentina Cortesi: cantante, insegnante di canto, specializzata in Vocologia Artistica, laureata in Canto Jazz.
Pier Paolo Paganelli: attore e regista.
Paolo Busi: docente certificato di improvvisazione teatrale.
Jean Ménigault: maestro di Clownery.

Quest’anno è dedicato allo studio e alla messinscena di uno dei capisaldi della letteratura drammatica, L'Importanza di chiamarsi Ernesto. In questo suo capolavoro il geniale Oscar Wilde si attiene rigorosamente alla struttura della commedia classica.
Due sono le coppie di giovani innamorati, incrociati da una parentela o pseudo-tale e l'equivoco è l'elemento che traina l'esile e canonico plot. Tuttavia qui l'equivoco non è casuale, ma scientemente cercato come una salvifica via di fuga. Non dimentichiamo che è proprio di Wilde l'aforisma che "per la riuscita di un buon matrimonio è necessario essere in tre".
Ma ciò che trasforma la commedia in un costante e irresistibile appuntamento comico è lo scompaginamento della graduatoria dei valori: sull'amore sentimentale prevale quello per le tartine e le ciambelline; sull'inclinazione emotiva verso i giovanotti ha la meglio l'interesse per il loro nome (fittizio, oltretutto!).
Per non parlare del personaggio centrale di Lady Bracknell, che del cinismo e della spietatezza fa la propria legge di vita..
Con grande generosità e disponibilità, quindi, ci lanciamo nell'impervia avventura della messinscena di questo capolavoro wildiano, cercando con abnegazione di non tralasciare nessuna opportunità che lo splendido testo ci consegna.

Lavoro sull’opera:

training psicofisico
fonetica e dizione
analisi del testo
struttura del conflitto
improvvisazione
creazione e caratterizzazione del personaggio
nucleo e dinamica delle scene
messinscena

Durata: novembre/maggio

Frequenza: appuntamenti settimanali + messa in scena per un totale di più di 100 ore

dal 20 novembre tutti i Mercoledì dalle ore 20.00 alle 23.00 fino a Mercoledì 18 dicembre,

dal 8 Gennaio sempre i Mercoledì dalle ore 20.00 alle 23.00 fino a messa in scena finale che si terrà in data da destinarsi tra fine maggio e inizi giugno.

Costo:
3 quote da 380 euro: I quota all'iscrizione, II quota 29 Gennaio, III quota 25 Marzo.

Per completare la formazione ai partecipanti viene offerta la possibilità di integrare il percorso didattico con molteplici esperienze che permettano di sviluppare e approfondire ulteriori aspetti del lavoro attoriale, confrontandosi con il lavoro e la ricerca di altri professionisti.

I partecipanti potranno iscriversi a tutti i workshop, master class e seminari dell’Ass.ne Connessioni usufruendo di una riduzione del 20%.

Iscrizioni:

Le iscrizioni sono su colloquio fino ad esaurimento posti
Per info e iscrizioni telefonare al 3476894066

Luogo: Il corso si terrà a Ravenna

Aggiornamenti: http://www.connessioni.orghttp://www.facebook.com/teatrolaboratorio/

*un progetto di CONNESSIONI ass. culturale con il Patrocinio del Comune di Ravenna

Data

Dal
Al

Luogo e Indirizzo

Ravenna