L'evento è terminato in data 16 Febbraio 2019 alle ore 20:15.

Naviga all'interno del portale e trova nuovi eventi di tuo interesse!

Condividi con gli amici

Altri eventi a Ravenna

63° Esposizione Internazionale a Ravenna

Giovedì 25 Aprile • 10:00

Pala de Andrè - Metrò srl

Archeologia e sapori in Romagna Ravenna

RavennaArte & CulturaSabato 16 Febbraio 2019 • Ore 07:50

Viaggio culturale con archeologo

Una giornata alla scoperta di due musei archeologici del territorio romagnolo: il nuovissimo Museo Classis Ravenna, inaugurato il 1° dicembre 2018 e il Museo Archeologico di Forlimpoli. Seguendo le orme di Pellegrino Artusi scopriremo i segreti della cucina tradizionale, unendo storia, archeologia e sapori.
Il viaggio è realizzato in collaborazione con il Gruppo Archeologico Bolognese e sarà con noi l’archeologa dott.ssa Erika Vecchietti.

GUARDA IL PROGRAMMA DI VIAGGIO DETTAGLIATO:
https://drive.google.com/file/d/1rdlT4ehEMxyD6y6aAt8VI6mEJCMlKPAL/view?uspsharing

ISCRIZIONI e INFORMAZIONI PRESSO: MiTular – Insolita Itinera, via San Petronio Vecchio 31/a, Bologna (previo appuntamento)
️ Tel. 0514116210
Mail:
POSTI LIMITATI!
Iscrizioni aperte fino al 20 Gennaio 2019, salvo esaurimento disponibilità.

PROGRAMMA DI VIAGGIO

Partenza con il pullman alle ore 7.50 dall’autostazione di Bologna (pensilina n.25) e alle ore 8.00 dal parcheggio della Certosa in Largo Vittime dei Lager Nazisti (ingresso su Viale M.K. Gandhi) in direzione di Ravenna.

Il mattino è dedicato alla visita con archeologo locale specializzato del Museo della Città e del Territorio Classis Ravenna, di recentissima inaugurazione e ospitato nell’ex Zuccherificio di Classe, un luogo egregiamente recuperato dal degrado, dove nei primi decenni del secolo scorso, circa 600 operai trasformavano tonnellate di barbabietole in montagne di zucchero che, per nave e ferrovia, raggiungevano l’Italia e l’Europa. Oggi, abbiamo qui un vero e proprio punto culturale di riferimento per conoscere la storia di Ravenna, dai primi insediamenti alla civiltà etrusca, per arrivare poi all’importante ruolo della città in epoca romana e a Ravenna Capitale dell’Esarcato Bizantino.

Al termine della visita ci sposteremo a Forlimpopoli, dove pranzeremo presso Casa Artusi (pranzo facoltativo) e a seguire (anche per chi non ha partecipato al pranzo) è prevista la visita del complesso di Casa Artusi, il primo centro di cultura gastronomica dedicato alla cucina domestica italiana. Pellegrino Artusi, scrittore e gastronomo, è il padre riconosciuto della cucina italiana e nasce proprio qui a Forlimpopoli il 4 agosto 1820, dove vive fino al 1851, occupandosi dei commerci della drogheria di famiglia. Casa Artusi trova spazio nel complesso museale della Chiesa dei Servi, ricavato da un antico monastero e dalla chiesa annessa, di cui conserva opere di grande valore, a partire dalla pala d’altare con “L’Annunciazione” di Marco Palmezzano (1533). Qui, oltre alla Chiesa dei Servi, visiteremo la Biblioteca Gastronomica, dove sono riposti i preziosi arredi della casa fiorentina di Pellegrino Artusi: lo studio e il salotto, compresa la splendida tela “Tiziano che dipinge Venere” (1882) dell’artista Angiolino Romagnoli, unica opera non venduta all’asta e pervenuta alla Città natale. Si conservano inoltre la sua ricercata raccolta di libri di letteratura e gastronomia, il suo straordinario archivio con i testi originali delle prime edizioni del manuale, il manoscritto dell’autobiografia e circa 2000 lettere inviate ad Artusi dagli affezionati lettori e soprattutto lettrici.

Dopo questo breve intermezzo di gastronomia storica, ci sposteremo al Museo Archeologico di Forlimpopoli (MAF), dove in compagnia di un’esperta archeologa locale, scopriremo, attraverso le collezioni, la storia dell’antica Forum Popilii, ancora oggi in gran parte sconosciuta. Il Museo è ospitato all’interno della Rocca di Forlimpopoli, appartenuta alla potente famiglia degli Ordelaffi, signori di Forlì tra il XIII e il XVI secolo: termineremo quindi la nostra giornata con la visita della Rocca, scoprendone la sua funzione originale e le parti ad essa annesse: il fossato, il ponte levatoio, le mura, il camminamento e il riutilizzo delle sue strutture interne.

Al termine delle visite rientro a Bologna, previsto per le ore 20.15 circa.

Il viaggio sarà preceduto dalla conferenza tenuta dal Prof. Giuseppe Sassatelli (Presidente della Fondazione RavennAntica)
“Classis Ravenna: Museo della città e del territorio. Un itinerario archeologico per raccontare la storia”
martedì 12 Febbraio 2019 alle ore 21, Centro Sociale G. Costa in via Azzo Gardino 48 a Bologna (ingresso libero)

Quota di partecipazione € 68
Per i soci del Gruppo Archeologico Bolognese è previsto uno sconto di 5 euro sulla quota di partecipazione.

️Ingressi da saldare in loco: Biglietto di ingresso ridotto Museo Classis Ravenna (5 euro); Biglietto di ingresso ridotto al MAF di Forlimpopoli (2 euro).
️Pranzo facoltativo: per chi volesse pranzare in compagnia, abbiamo concordato un menù presso il Ristorante casa Artusi. Il servizio dovrà essere prenotato prima della partenza (previa presentazione del menù al momento dell’iscrizione) e saldato in loco.

️La quota comprende: trasferimenti in pullman GT; visita guidata del Museo Classis Ravenna con archeologo locale specializzato; visita di Casa Artusi con personale locale; visita guida del MAF di Forlimpopoli con archeologo locale specializzato; intrattenimento culturale durante il viaggio a cura della dott.ssa Erika Vecchietti; auricolari per tutte le visite guidate; assicurazione medica di viaggio.
️La quota non comprende: spese personali, pasti (l’adesione al pranzo a è facoltativa e soggetta a supplemento da versare in loco); eventuali ingressi da pagare in loco (indicati alla voce in “Ingressi da saldare in loco”), tutto quanto non espressamente menzionato in “La quota comprende”.

GUARDA IL PROGRAMMA DI VIAGGIO DETTAGLIATO e CONDIZIONI DI PRENOTAZIONE:
https://drive.google.com/file/d/1rdlT4ehEMxyD6y6aAt8VI6mEJCMlKPAL/view?uspsharing

Data

Dal
Al

Luogo e Indirizzo

Ravenna
Via Classense, 29
Classis - Museo della Città e del Territorio

Indicazioni per arrivare all'evento

    Indicazioni evento