L'evento è terminato in data 04 Luglio 2017 alle ore 22:00.

Naviga all'interno del portale e trova nuovi eventi di tuo interesse!

Ti conviene andare in spiaggia con Marina

Condividi con gli amici

Ciàcra: chiacchiere fra luoghi e poeti Cesena

CesenaArte & CulturaMartedì 04 Luglio 2017 • Ore 21:00

Ciàcra
chiacchiere fra luoghi e poeti
estate 2017

Ciàcra, la rassegna di poesia orale fra performance, installazioni e Poetry Slam, capitanata da Aidoru e il poeta Lorenzo Bartolini, che ha appassionato, lo scorso inverno, tanti fra voi, torna vestita d’estate: pronta a navigare alla scoperta di luoghi e poeti.
4 spazi da esplorare e tanti terreni poetici da camminare in lungo e in largo.
Territori del Colle Garampo, spazi di storia, motivi evocativi del racconto poetico, della tradizione, della vittoria, della sconfitta, della prigionia e del sentimento più genuino di Romagna. Luoghi pieni di traiettorie che si fanno costellazioni, mappe del cielo e della terra e si dispiegano fra il dire poetico e l’attraversamento dei tempi e delle architetture della Fortezza di Cesena e del suo paesaggio.

Una lettura inedita degli ambienti che compongono la Rocca Malatestiana fra narrazione storica, poesia ed esplorazione, che appassionerà chi ha già partecipato a Ciàcra ma anche tutti coloro che hanno amato l’avventura di Lumen Malatesta.
Guidati dalle parole di Aidoru per la parte storico/esplorativa e dalla voce di Lorenzo Bartolini per i “racconti poetici”, viaggeremo alla riscoperta del Rifugio antiaereo e Monumento ai Caduti; Museo di Storia dell’Agricoltura; le Vecchie Prigioni e i Camminamenti di ronda.

Si parte martedì 4 luglio varcando la soglia del Rifugio Antiaereo e sostando al Monumento ai Caduti dove Bartolini sfoglierà pagine e pagine di poeti e scrittori che hanno scritto “canti di Guerra” (Milosz, Celan, Achmatova, Ungaretti, Szymborska e altri), poi a cadenza quindicinale ci si incontrerà per esplorare i meandri della Fortezza di Cesena.
Il secondo dei quattro episodi, martedì 18 luglio, vede protagonista la Torre Femmina con il racconto del “Museo Contadino” che culminerà con alcune letture tratte da “Il miele” di Tonino Guerra.
Ci rivedremo martedì 1 agosto e, con i versi di Nazim Hikmet tratti da “Poema dal carcere”, racconteremo dei diversi spazi adibiti a prigione che nel corso del tempo sono stati creati all’interno della Rocca.
In chiusura di rassegna, martedì 15 agosto, ospite d’eccezione l’Associazione Astrofili Cesenati che affiancherà Aidoru e Bartolini. Si percorrerà il terzo livello dei camminamenti di ronda, oggi conosciuto con il nome spalti panoramici, e da qui osserveremo il cielo e le sue prospettive che s’allineano, a volte, con la terra: parleremo della nostra “Cesena in Forma di Scorpione” e saremo rapiti dalle suggestioni dei versi di Yves Bonnefoy scelti da Lorenzo Bartolini.

Programma

Martedì 4 Luglio
Visita: RIFUGIO ANTIAEREO e MONUMENTO AI CADUTI
Lettura: Poesie di Guerra
. Progettato dall’Ing. Mario Tellerini nel 1937 e costruito nel 1940, il Rifugio Antiaereo di Viale Mazzoni diviene uno dei più frequentati rifugi cittadini. Dal maggio 1944 i bombardamenti su Cesena saranno quasi quotidiani. Condotti alla scoperta di uno spazio sinistro e affascinante, anche attraverso le testimonianze dei civili che lo hanno vissuto e attraversato. Poi, sosteremo all’ombra del Monumento ai Caduti, per ascoltare alcuni di quei poeti che ci hanno lasciato parole legate alla guerra.
. Bartolini sceglie, per il primo appuntamento, una rosa di poeti che hanno cantato della Guerra. Poeti che l’hanno vissuta, altri che l’hanno attraversata, poeti che ne hanno registrato l’eco negli anni come Milosz, Celan, Achmatova, Ungaretti, Szymborska, Pedretti, Galli e altri ancora.

Martedì 18 Luglio
Visita: MUSEO DI STORIA DELL’AGRICOLTURA
Lettura: brani da “Il miele” di Tonino Guerra
. Ospitato all’interno del Palatium, il Museo di Storia dell’Agricoltura racchiude una ricchissima collezione: attrezzi da lavoro, oggetti di uso quotidiano e mezzi di trasporto ne costituiscono il prezioso tesoro e ci raccontano la storia del mondo contadino romagnolo tra la fine dell’Ottocento e i primi decenni del Novecento. Attraverso un’ accurata selezione delle stanze, raggiungeremo il piano più alto del Torrione Femmina dove, ad aspettarci saranno i canti dialettali de “Il Miele” di Tonino Guerra.
. Durante questa seconda tappa, i versi di Tonino Guerra ci parlano di un tempo vicino e lontano. Hanno la grazia e la delicatezza dei ricordi più cari a noi Romagnoli, mantenendo vivi nella memoria personaggi e storie di un mondo che sta sparendo.

Martedì 1 Agosto
Visita: PRIGIONI della Torre Maestra
Lettura: brani da “POEMA DAL CARCERE” di NAZIM HIKMET
. All’interno della Fortezza gli spazi adibiti a carcere si sono trasformati nel tempo: inizialmente esisteva un solo ambiente, situato nel seminterrato della Torre Maestra. Successivamente (dall’epoca napoleonica e fino al 1970) la Rocca fu progressivamente utilizzata come caserma e come prigione. Andremo alla scoperta delle tracce che gli ospiti obbligati di questi luoghi ci hanno tramandato, per fermarci in ultimo al livello superiore del torrione e lasciarci attraversare dalle suggestioni sulla detenzione con il “Poema dal carcere” di Nazim Hikmet.
. Quelli di Hikmet sono versi scritti in carcere, durante la sua prigionia di quasi 12 anni in Anatolia. Versi che hanno tutto l'ardore e la speranza di un uomo con tutto il desiderio di lottare e sognare ancora. Parole semplici, crude e profondissime.

Martedì 15 Agosto
Visita: CAMMINAMENTI DI RONDA/SPALTI PANORAMICI
Lettura: brani da “L’ancora cieco” e “L’oro senza volto” di Yves Bonnefoy
con intervento speciale di ASSOCIAZIONE ASTROFILI CESENATI
. Una visita speciale ancor più speciale per la sera di Ferragosto: saremo alla scoperta degli spalti panoramici, il livello più alto della nostra esplorazione, affacciati direttamente alla volta celeste. Parleremo della cortina muraria della Fortezza e dei suoi mutamenti nel tempo, degli interventi di Leonardo da Vinci e del periodo del Duca Valentino. Man mano sposteremo il nostro sguardo verso l’alto, accompagnati dalle sapienti guide dell’Associazione Astrofili Cesenati, nella speranza di osservare, magari, anche qualche stella cadente. Infine, nella magica quiete del cielo stellato, il nostro poeta ci porterà ancora più in alto con la poesia onirica e solenne di Yves Bonnefoy.
. Per chiudere il visionario ciclo esplorativo di Ciàcra, Bartolini sceglie i versi di perfetta imperfezione di Bonnefoy. Poesie anti-metafisiche che, in realtà, si allontanano dalle stelle ma si spingono alla ricerca di un contatto col divino che si realizza attraverso parole di terra, casa, fango, pietra.

INFORMAZIONI PRATICHE:
E' necessaria la prenotazione.
Il percorso è per adulti.
h. 21.00 - durata: 1h. circa
Occorre presentarsi 10 minuti prima dell'orario di partenza.
costo: 8 euro a persona

prenotazioni:
telefonando allo 0547 22409
tramite sms al 347 7748822

Marina App

Data

Dal
Al

Organizzatore

Rocca Malatestiana Cesena Bene Comune

Luogo e Indirizzo

Cesena
Via Cia Degli Ordelaffi
Rocca Malatestiana Bene Comune

Indicazioni per arrivare all'evento