L'evento è terminato in data 29 Agosto 2016 alle ore 23:00.

Naviga all'interno del portale e trova nuovi eventi di tuo interesse!

Condividi con gli amici

Altri eventi a Bellaria Igea Marina

The Kolors Live 2017 a Bellaria Igea Marina

Sabato 08 Luglio

Area porto canale

Bay Fest 2017 a Bellaria Igea Marina

Dal Lunedì 14 Agosto • 13:00

Parco Pavese

Ascolto il tuo cuore, città Markus Stockhausen e Fabio Mina in concerto Bellaria Igea Marina

Bellaria, Bellaria Igea MarinaConcertiLunedì 29 Agosto 2016 • Ore 21:15

La straordinaria musica dal vivo di Markus Stockhausen per festeggiare i sessant’anni di Bellaria Igea Marina Comune autonomo con gli occhi di Alfredo Panzini e Valentina D'Accardi.

LUNEDÌ 29 AGOSTO 2016, ORE 21.15
Parco culturale La Casa Rossa di Alfredo Panzini
Bellaria Igea Marina (via Pisino 1)
Ingresso libero

ASCOLTO IL TUO CUORE, CITTÀ
a cura di Marco Antonio Bazzocchi e Simone Bruscia

Markus Stockhausen: tromba, flicorno, tromba piccola, elettronica
Fabio Mina: duduk, bansuri, khaen, elettronica, field recordings

In apertura, presentazione del catalogo Bellaria reportage, con gli occhi di Panzini (Edizioni Pendragon, 2016) a cura di Marco Antonio Bazzocchi

Lunedì 29 agosto la città di Bellaria Igea Marina ospita una grande serata di musica, fotografia e letteratura per celebrare i sessant’anni dalla sua nascita come comune autonomo. L’appuntamento, dal titolo Ascolto il tuo cuore, città, è a cura di Marco Antonio Bazzocchi e Simone Bruscia e ha il suo culmine nel doppio concerto del trombettista e compositore tedesco Markus Stockhausen e del talentuoso flautista riminese Fabio Mina.

La serata, concepita come un ritratto di Bellaria Igea Marina per immagini, suoni e parole, inizia con la presentazione del catalogo Bellaria reportage, con gli occhi di Panzini. Il volume, a cura di Marco Antonio Bazzocchi, contiene le fotografie della mostra omonima di Valentina D’Accardi ideata per celebrare i sessant’anni del comune e visitabile al museo La Casa Rossa fino al 10 settembre (allestimenti di Claudio Ballestracci, ricerche d’archivio di Tatiana Ricci). Costruita come un vero e proprio reportage, la mostra è ispirata alla presenza a Bellaria dello scrittore Alfredo Panzini che visse alla Casa Rossa nei primi decenni del Novecento. Il percorso immaginato da Valentina D’Accardi è un attraversamento di luoghi bellariesi di oggi, osservati con quello che sarebbe stato lo sguardo di Panzini all’inizio del secolo scorso: spiagge ancora vuote, barche abbandonate, il fascino in bianco e nero di un borgo di pescatori perfetto per la meditazione e la scrittura. A presentare questo lavoro e la figura di Alfredo Panzini è Marco Antonio Bazzocchi, docente di letteratura italiana contemporanea all’Università di Bologna e direttore scientifico del museo La Casa Rossa.

L'evento rosegue con un doppio concerto all’insegna della musica d'improvvisazione e di ricerca. Protagonista assoluto è Markus Stockhausen (tromba, flicorno, tromba piccola, elettronica), musicista e compositore di fama internazionale capace di destreggiarsi tra il jazz, la musica classica e quella contemporanea. Attivo per venticinque anni insieme al padre, il geniale compositore d’avanguardia Karlheinz Stockhausen, si esibisce come solista nei maggiori festival internazionali, ha suonato con la BBC Symphonic Orchestra e nel 2005 ha vinto il prestigioso WDR Jazzpreis come miglior improvvisatore jazz. Ha inoltre scritto composizioni per i Berliner Philharmoniker, la London Sinfonietta, la Swiss jazz Orchestra e gli Hamburger Symphoniker. Insieme a lui sale sul palco uno dei suoi discepoli più apprezzati, il flautista e compositore riminese Fabio Mina, con cui collabora dal 2007 e di cui ha prodotto l’album d’esordio Vìreo (2011). Musicista di estrema versatilità, Mina ha collaborato con Kudsi Erguner, Fabrizio Ottaviucci, Enzo Pietropaoli, Cristiano De André e Vinicio Capossela e negli anni ha approfondito lo studio delle più diverse culture musicali, sperimentando anche le possibilità dell’elettronica live. A Bellaria alternerà al flauto strumenti a fiato di origine armena (duduk), indiana (bansuri) e laotiana (khaen), accompagnati da elettronica e field recordings.

INFO

Parco culturale e museo La Casa Rossa di Alfredo Panzini
Bellaria Igea Marina, via Pisino 1

Bellaria reportage, con gli occhi di Panzini
Fotografie: Valentina D'Accardi
Cura: Marco Antonio Bazzocchi
Allestimenti: Claudio Ballestracci
Ricerche d'archivio: Tatiana Ricci

La mostra è aperta fino al 10 settembre 2016.
Orari: 20.45-22.45, chiusa la Domenica. Ingresso libero.
Tel. 0541 343746; 0541 343747

http://www.casapanzini.it

Data

Dal
Al

Organizzatore

Teatro Astra Bellaria

Luogo e Indirizzo

Bellaria ( Bellaria Igea Marina )
Via Pisino, 1
La Casa Rossa di Alfredo Panzini

Indicazioni per arrivare all'evento

Sito web Cesena